Architetto

Angela-Dapper Foto: Colin Thomas

Il monumento in pietra preistorico Stonehenge fa parte delle più importanti attrazioni d'Inghilterra. Il mitico cerchio di pietre attrae circa un milione di visitatori ogni anno. Il nuovo e premiato centro per visitatori informa sulla storia e la ricerca. Esso è stato progettato dell'architetto Angela Dapper, Senior Associate presso Denton Corker Marshall a Londra. Nel colloquio spiega la sfida presentatasi durante la progettazione dell'acustica dell'ambiente.

Centro visitatori Stonehenge, Amesbury, Gran Bretagna

Foto: Peter Cook

Besucherzentrum Stonehenge Centro visitatori Stonehenge, Amesbury, Gran Bretagna, Foto: Peter Cook
  • Frau Dapper, per il centro visitatori Stonehenge ha lavorato specialmente con materiali quali il calcestruzzo ed il vetro. Ciò, dal punto di vista dell'acustica, non è stata una sfida particolare?

A. Dapper: Assolutamente, all'interno del centro visitatori regna ogni giorno un livello di rumore elevato. Anche il rivestimento di finitura deve essere in grado di supportare le masse di visitatori. Per questo abbiamo combinato per le diverse aree del centro, rispettivamente diversi materiali. Per il caffè ed il negozio di souvenir ad esempio superfici dure come pavimento in calcestruzzo levigate e vetratura con soffitti acustici. Il rivestimento in legno di castagno è stato invece ricoperto con feltro acustico.

  • Come si è giunti a questo mix di diversi materiali? Quale ambiente acustico si deve così ottenere?

A. Dapper: Il centro visitatori deve essere dimensionato per un afflusso di visitatori intenso e meno intenso. Abbiamo progettato i materiali acustici in modo tale da essere adatti in entrambi i casi. Per questo la soluzione acustica deve essere pensata come componente integrale della sostanza edilizia. Abbiamo scelto il sistema StoSilent Distance A2 (in passato StoSilent A-Tec Panel).

  • Perché la sua scelta è ricaduta su questa soluzione?

A. Dapper: Grazie alla struttura monolitica senza giunti, il sistema assorbe straordinariamente molto rumore. Il livello di rumore più elevato, che risulta dagli spazi aperti e dalle superfici dure, viene così compensato dal soffitto acustico speciale e dal feltro acustico dietro il rivestimento della parete. Le aree espositive, invece, sono meno aperte e hanno più partizioni che sono associate con il soffitto acustico speciale. Così è possibile ridurre la trasmissione del rumore.

  • ZIn che momento della costruzione ha iniziato la progettazione della soluzione acustica?

A. Dapper: INel nostro caso il soffitto acustico è stato progettato con largo anticipo. Così abbiamo potuto assicurare che il soffitto possa compensare il rumore che viene riflesso sui materiali duri e robusti delle pareti e dei pavimenti.

  • Come ha proceduto nella progettazione acustica?

A. Dapper: Un consulente sull'acustica ha prima determinato i livelli sonori adatti e le partizioni tra le singole aree. Queste informazioni le abbiamo utilizzate come base per il design acustico e abbiamo sviluppato insieme a Sto e hai produttori di altri materiali acustici le soluzioni adatte.

  • E come ha trattato la realizzazione?

A. Dapper: Per noi era particolarmente importante trovare prodotti che fossero in armonia anche con la gamma dei materiali semplice e discreta di tutto l'edificio. Con il rivestimento StoSilent Decor M (in passato StoSilent Superfein) abbiamo ottenuto una superficie strutturata chiara in bianco naturale, che si adatta perfettamente all'estetica discreta dell'edificio.

Contatto


Scoprite più informazioni su StoSilent nella nostra brochure e nel manuale di riferimento. Oppure contattateci personalmente.